Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Elezioni Politiche

In questi mesi già da prima dell’estate abbiamo lavorato su due fronti , quello di poter essere autonomi nella presentazione delle liste e quindi raccogliere le firme sia il dialogare con partiti/movimenti che avessero almeno nelle intenzioni punti programmatici simili ai nostri dove poter portare comunque il nostro valore aggiunto in tema di proposte. Ci sono stati diversi incontri ed io stesso con il vice presidente Paolo Sabbioni abbiamo girato in lungo e in largo la penisola al fine di creare una sponda se il piano A di essere autonomi non fosse andato a buon fine. Giorni di sacrifici in quanto questi incontri avvenivano sempre in giorni lavorativi che per noi significava non essere nelle nostre attività ma per tutti noi questo progetto rappresentava un qualcosa che andava fatto ogni oltre sacrificio. Non si poteva continuare a tenere un popolo come quello delle partite iva sotto scacco da una politica disattenta per non dire altro che lentamente ci aveva tolto ogni dignità facendoci ormai diventare soltanto dei bancomat. Le offerte sono arrivate ma erano indirizzate soltanto al sottoscritto e a Sabbioni , ma il nostro intento non era quello di “sistemare” il nostro sedere , se fosse stato così non avremmo mai fondato un partito da zero ma ci saremmo iscritti direttamente a un partito forte e già pre esistente , pronti a salire sul carro dei vincitori ( sport molto in voga in questo Paese). Nella prima settimana di Gennaio abbiamo avuto un dialogo con i vertici di un movimento denominato PPA- Pensiero e Azione dove se anche in questo caso avremmo dovuto fare il grosso del lavoro aveva la bontà di non dover raccogliere le firme come ampiamente spiegato nel video di presentazione. Anche il simbolo al quale ho collaborato eravamo riusciti a far campeggiare fortemente la scritta Popolo Partite Iva . Abbiamo pertanto iniziato la ricerca pubblica di candidati , ne servivano diverse centinaia per poter fare le liste ed essere presenti in tutti i collegi , era l’unico modo unitamente a una forte campagna elettorale durante i 30 giorni di par condicio per superare la soglia del 3% . Ovviamente non eravamo soli al PPA hanno aderito anche altri movimenti alcuni presenti nel simbolo molti altri no anche perché uniti al progetto successivamente. Ognuno portava la propria esperienza e le proprie proposte mentre a noi veniva affidato quello delle partite iva. Negli ultimi giorni ho più volte fatto l’appello per le candidature , soprattutto per le quote rose in quanto la legge prevede che nelle liste ce ne fossero almeno il 40% . Purtroppo al momento della formazione delle liste dopo 3 giorni continui , notti comprese per la formazione delle stesse , le quote rosa non ci hanno permesso di riuscire a completare le liste per essere presenti nei collegi in modo sufficiente per presentare la soglia minima per legge. Saltare troppi collegi, inoltre significava che quella quota del 3% sarebbe stata impossibile da raggiungere mentre tutti i nostri candidati avrebbero dovuto comunque fare campagna elettorale sacrificandosi per nulla. Abbiamo dovuto prendere la decisione anche per tutelare tutti i nostri colleghi e colleghe che avevano aderito, producendo tutta la modulistica necessaria ritirare tutti i candidati in quota al nostro movimento. .
Non ce l’abbiamo fatta, ma ci sono state tante persone che hanno lavorato al progetto. È stato un impegno enorme, anche per la merda che ho dovuto ingoiare quando ti trovavi di fronte personaggi che ti deridevano e denigravano per quello che stavi facendo . Avessimo avuto qualche settimana in più le cose sarebbero andate diversamente, ma la stampa non la controllo io ed i partiti in parlamento hanno di proposito accorciato i tempi per mettere molti dei nuovi fuori gioco. Amen, più di così non si poteva fare. Questo post è per dire grazie a tutti quelli che in un qualsiasi modo hanno lavorato dietro le quinte, penso all’amico Italo , a Beppe , a Francesco , Maria Carla , Maurizio , Orazio e poi sono sicuro che ne sto dimenticando molti, ma perdonatemi e non offendetevi. Ho fatto anche io degli errori, sia chiaro e mi assumo tutte le responsabilità di non essere riuscito a far capire che ci sono delle volte in cui è possibile fare comunità sui social , altri invece in cui bisogna sporcarsi le mani , metterci la faccia e buttarsi nell’arena. Per questo chiedo scusa a tutti. Il movimento Popolo Partite Iva continuerà nella sua battaglia di civiltà fatta in questi anni , dove anche se fuori dai palazzi siamo riusciti ad ottenere diversi risultati , come la depenalizzazione per i piccoli imprenditori per l’omesso versamento dei contributi conto dipendenti fino a 10mila euro rendendolo solo illecito amministrativo , come lo stop sull’emendamento che voleva unire bollo auto alla revisione , lo stop all’emendamento che voleva vendere i debiti equitalia a società private e che avrebbe permesso alle stesse di poter mettere mani anche sulle prime case e altri ancora .Certo in questa legislatura avremmo portato proposte che non sono nell’ordine dei programmi dei partiti che si presenteranno , come una forte sanatoria su tutti i debiti Equitalia , il cambio delle regole sui controlli nelle attività da parte dei vari ispettori, il problema del durc , le proposte sulle gestioni separate e sui minimali INPS , norme che permettano di avere più tutele in caso di chiusura dell’attività o di tutela per le donne lavoratrici autonome in caso di gestazione , l’introduzione delle attività residuali per i negozi ed altro ancora. Staremmo alla finestra cercando di crescere ancora di più continuando ad essere le spine nel fianco del prossimo governo , ammesso che qualcuno riesca ad ottenere il 40%, cosa che , la nostra presenza avrebbe potuto incidere sulla sua formazione da chiunque fosse arrivata la richiesta , purchè i punti su citati fossero stati adottati già alcuni nel primo anno. Se si dovesse andare a nuove elezioni nel giro di pochi mesi , cercheremo questa volta di non ripetere gli stessi errori e di farci trovare più preparati. Dispiace per il tanto lavoro fatto soprattutto dai tanti volontari che hanno da subito dato la loro disponibilità . Il PPI riprende la sua corsa anche se “feriti” ma siamo partite iva , siamo abituati a rialzarci , certo non posso negare che fa male . L’alternativa e cioè restare per terra sarebbe peggio. Non mi sento di dare nessuna indicazione di voto e spero evitiate di pubblicizzare in questo post qualsiasi partito/movimento , ognuno in propria coscienza deciderà chi votare. Siamo e sono rammaricato per non essere riuscito a portare per la prima volta il Popolo delle Partite Iva ad una elezione nazionale.
Chiedo scusa a tutti.
Lino