Riforme della Politica

1. Nessuna immunità parlamentare.

2. L’eletto al Parlamento non potrà godere di privilegi specifici , in quanto la sua scelta di mettere a disposizione della collettività, le sue conoscenze non dovrà essere la causa di un divario sociale per l’acquisizione di benefit personali ; stipendio parlamentari o governatori della regione adeguati alla media europea , meno il gettone di assenza, eleggibili per massimo 2 candidature con effetto retroattivo . Per tutti gli altri amministratori locali decurtazioni adeguate e allineate con la media delle amministrazioni locali europee .

3. Nessun finanziamento pubblico ai partiti ed ai giornali. Sostituzione immediata di tutti coloro che hanno pendenze penali (mafia – corruzione – truffa) con la giustizia e che ricoprono poteri pubblici .

4. Istituzione di una commissione d’inchiesta per definire il chi e il come del debito pubblico italiano con conseguente esproprio di tutti i beni per i colpevoli.

5. L’individuo cittadino è libero di autodeterminarsi secondo i propri convincimenti e la propria coscienza e si assume la piena responsabilità delle azioni od omissioni compiute nell’esercizio di tale prerogativa.

6. Ogni scelta dell’individuo che non sia in contrasto con la libertà altrui è personale e non può essere materia di competenza dello Stato.